Fare il latte d’avena

Sempre più spesso ci preoccupiamo di ridurre i rifiuti e di consumare alimenti sani; ecco quindi una cosetta da fare in casa, adatta ai cuori sensibili all’ambiente.

Io non bevo latte vaccino ormai da tempo, non perché non mi piaccia, ma per ridurre il consumo di prodotti che provengono da allevamenti industriali.

Anche il latte vegetale però,  andando a leggere l’elenco degli ingredienti, mi suscita qualche perplessità.

Come dice il Dottor Berrino “evitate di mangiare alimenti il cui elenco degli ingredienti non sia comprensibile anche a vostra nonna…”

Allora un giorno alla settimana faccio il latte d’avena e gli ingredienti a questo punto sono pochissimi e tutti conosciuti da mia nonna.

Ingredienti

Avena in fiocchi BIO (50 gr)

Acqua 1 tazza bollente + 500ml fredda (del rubinetto che va benissimo!!) 😊

Zucchero (integrale di canna meglio)

Aromi (a piacere – la cannella ci sta bene)

 

Scaldare fino a ebollizione una tazza d’acqua e lasciare l’avena in ammollo per 1/2 ora circa.

A quel punto trasferire l’avena in un contenitore idoneo e frullarla. Si formerà una crema che si può filtrare con un colino, schiacciandola con un cucchiaio per strizzarla bene. Resterà un pugnetto di crusca che si può aggiungere a minestre e dolci.

 

Filtrato tutto il liquido, aggiungete zucchero (a piacere) e cannella se vi piace.

A questo punto non rimane che travasare tutto in una bottiglia di vetro e aggiungere l’acqua che resta.  Con queste dosi ne viene un pò meno di un litro, ma per me è sufficiente per la settimana.

Risultato finale: non ho prodotto nessun rifiuto, un guadagno per l’ambiente, dato che il tetrapack è un materiale misto che non sempre viene gestito correttamente.

Se proprio vogliamo anche essere venali, un cartone di latte vegetale in media costa 2,30 € quindi fate i conti sui vostri consumi e, alla fine dell’anno, potrete farvi un regalino 🙂

Buona colazione

 

Ricetta invernale antivirus

D’inverno le mie attività sportive rischiano di subire una frenata a causa dei malanni di stagione, ai quali sono particolarmente sensibile.

Così cerco di darmi un aiutino. La mia generosa pianta di limoni torna sempre utile.

Ecco la ricetta semplice semplice per un Rimedio Antivirus

naturale!

Ingredienti

2 limoni con scorza (lavati e strofinati con acqua e aceto)

1/2 radice di zenzero (bio)

200 ml di miele

Tagliare a pezzi i limoni e frullate il tutto.

Conservare in un barattolo di vetro.

Io ne prendo un cucchiaio tutti i giorni.

Buonissimo e salutare.

Bye Bye raffreddore 🙂

È nata FIAB IMperia

Come raccontai nell’articolo Mobilità Sostenibile: pronti, partenza, via! scritto a luglio 2018, mi trovavo all’inizio di una nuova esperienza.

Comunicare e diffondere la mobilità sostenibile, una nuova emozionante sfida professionale, legata al progetto EDUMOB http://interreg-alcotra.eu/it/decouvrir-alcotra/les-projets-finances/edu-mob

Un seme, è proprio vero, è stato piantato.

Ma cosa è successo?

Andiamo per ordine… come prima cosa è entrato nel vivo il progetto EDUMOB con la realizzazione di tratte ciclabili nel ponente ligure (Bordighera, Vallecrosia e Ventimiglia) e l’avvio dell’attività educativa nelle scuole.

Ma questo era previsto dal progetto.

Invece un imprevisto “Edumob Effect” è stato la nascita di FIAB Imperia (imprevisto almeno per me ☺️).

Ma a cosa serve?

FIAB oltre a essere partner (la sezione Tigullio Vivinbici) del progetto Edumob, è il movimento che, in Italia, si impegna a diffondere la mobilità ciclistica.

Il fine è ecologico, ridurre l’inquinamento e il traffico nelle città è un tema di massima importanza.

Il fine è anche sociale, promuovere città meno trafficate a vantaggio di pedoni e biciclette ha effetti vantaggiosi per tutti, incidendo sulla salute ma anche sul commercio.

Questi temi per me sono di primaria importanza, ecco perché ho scelto insieme a un gruppetto di appassionati, di provare a dare un contributo.

FIAB Imperia si propone di aggregare chi vorrà lavorare al miglioramento della nostra città, attraverso quel bellissimo mezzo che è la bicicletta!

Oggi le due ruote hanno un’amica in più…

FIAB IMPERIA

Al lavoro!!

Giornata Mondiale del Suolo

Il 5 Dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo, così ho deciso di realizzare il mio primo video, dedicato al compostaggio domestico.

Ho già trattato questo argomento molto volte, ma qui si può vedere la pratica quotidiana. Non uso nulla di sofisticato e il tempo che dedico a questa semplice pratica è davvero poco.

Trovo importante però porre l’attenzione sul significato di questa buona abitudine.

Dal suolo dipende il sostentamento di 7 miliardi di persone, ma è minacciato da molti fattori. L’inquinamento, l’edilizia selvaggia, la deforestazione, l’agricoltura intensiva e i pesticidi, minacciano il suolo e quindi il nostro futuro.

Compostaggio significa restituisce alla terra una sostanza fondamentale per la sua salute, l’Humus.

Compostare significa ridurre del 20% i rifiuti prodotti.

Quando il rifiuto “umido” è conferito in discarica, causa percolato: perchè causare un problema quando possiamo invece non solo evitarlo, ma trasformarlo in una risorsa?

Facciamo diventare la nostra cucina un esempio di Economia Circolare, prendiamoci cura dei nostri scarti!

Buon compostaggio!

La magia del compostaggio

36728463_10214660195556327_3621638736065855488_n

Villa Faraldi – 6 Luglio – Corso di Compostaggio

Bilancio molto positivo per questa prima edizione del corso di compostaggio.

In circa un’ora e mezza abbiamo parlato dei principi fondamentali per avvicinarsi correttamente a questa pratica.

Dalle motivazioni etiche, all’organizzazione, alla “ricetta” perfetta per compostare senza intoppi.

36712216_10214660172195743_743742903779590144_n

Le buone pratiche diffuse attraverso un programma culturale che invita cittadini e turisti a riprendere contatto con la natura e il territorio.

Il corso infatti è inserito nel calendario di eventi estivi “Villa Faraldi Slow”.

Per saperne di più >>> https://villafaraldislow.blog/

 

 

Mobilità Sostenibile: pronti, partenza, via!

Giornata di formazione a cura della FIAB, sulla mobilità sostenibile.

Dedicata al CEA del Parco Alpi Liguri e suoi operatori.

Argomenti trattati: Pedibus e Bicibus, iniziative e buone pratiche da esportare in alcuni comuni della provincia di Imperia.

L’attivazione di iniziative per sensibilizzare i più giovani verso la mobilità sostenibile ha differenti importanti valenze: ecologica ma anche sociale e di supporto a un corretto stile di vita.

L’attivazione di percorsi che permettano agli alunni di scuole elementari e medie di recarsi a scuola a piedi o in bicicletta in sicurezza, ha risvolti positivi diretti su bambini e famiglie, ma anche sul tessuto sociale della città, chiamata a ragionale sul proprio sistema viabilistico.

La Liguria può e deve fare molto per migliorare la fruizione del proprio territorio, imitando realtà virtuose che hanno attivato iniziative simili, ormai da molti anni.

Piantiamo un primo seme e poi lavoriamo per farlo germogliare.

#StayGreen #becomeabiker #StayTuned

 

 

 

Corso di compostaggio domestico: impariamo dalla natura. 

Finalmente ci siamo!

Corso pratico per ricavare dai propri scarti di cucina e giardino un fertile e utile compost.
Il compost (terriccio/humus) prodotto sarà uguale a quello che si trova nei boschi ai piedi degli alberi.

A chi è rivolto: a chi possiede un terrazzo o un giardino.

Perché farlo: è una pratica di grande valore civico e ambientale. Ci insegna come possiamo ridurre il nostro impatto sull’ambiente, producendo una materia fondamentale per la salvaguardia del suolo.

Dove:
Villa Faraldi
Sala Consigliare Venerdì 6 Luglio ore 21:00

Chi tiene il corso?
Cristina Sala: “compostatrice orgogliosa, ho cominciato questa attività dopo aver seguito un corso intensivo (Organizzato dal Comitato M’IMporta e Italia Nostra).

Mi piace diffondere buone pratiche ambientali.
Professionalmente lo faccio attraverso i social network per realtà che si occupano di ambiente, rifiuti e energia.
Nel mio quotidiano amo camminare sui sentieri e pedalare sulla mia bicicletta elettrica”.

Evento organizzato grazie alla Guida Escursionista Ambientale Marina Pissarello nell’ambito di Villa Faraldi Slow

INFO: Cristina Sala 338 87 41 469
Facebook Cristina Sala